Eccomi tornata a parlare di EcoBeauty Experience!!

Con un pò di ritardo pubblico le mie riflessioni del 2016 su queste esperienze di bellezza naturali.

Come sapete il 2016 è stato l’anno in cui mi sono avvicinata alla cosmesi eco bio, il mio obiettivo infatti era quello di diventare una 100% EcoBeautyLover.

In realtà non è andata come mi aspettavo, posso dire con certezza che il mio “stato di conversione” attualmente è pari ad un 30%

mascara-beauty-box

Il passaggio dal ‘NON Bio’ all’ECO Bio

Nonostante la curiosità e l’entusiasmo di questa nuova esperienza dettata dal conoscere e testare nuovi prodotti,  il mio percorso è stato molto altalenante e poco costante e condizionato fortemente da due fattori:

  • la mia personale incertezza e diffidenza sulle performance dei prodotti (mi riferisco in particolar modo ai prodotti per la cura del corpo e dei capelli come rassodanti e anticellulitesolari con spf molto alto, tinte, maschere, shampoo e balsamo )
  • la mia sensibilità al germe di grano, avena e derivati glutinosi che anche se formulati bene irritano la mia pelle, soprattutto le mani ( che hanno già il loro bel da fare con l’ipercheratosi 🙂 )

Per forza di cose, ho dovuto scartare a priori alcuni prodotti che avrei voluto provare, ed abbandonarne altri perché troppo aggressivi per la mia pelle ( motivo per il quale ho pubblicato pochissime recensioni qui sul blog)

 

12

Stato di Conversione….

Come tutti i cambiamenti, ci vuole del tempo prima di trovare il “prodotto perfetto” o quello che soddisfa di più le nostre aspettative. Passare dai prodotti comuni “non-bio” a prodotti totalmente verdi, non è un’impresa semplice, soprattutto se il cambiamento avviene in maniera “radicale”.

Il mio errore ( se così vogliamo chiamarlo) è stato quello di buttarmi subito in questo percorso di conversione con l’obiettivo di acquistare prodotti esclusivamente certificati.

In realtà è successo questo…….

Nel corso dell’anno, oltre ad acquisti di make up bio,  mi è capitato di vedere prodotti con un “buon inci o inci accettabili” ( ad esempio quelli con  ingredienti con il 98% di origine naturale) e lasciarli sullo scaffale …….perchè volevo essere fedele alla Via dell’EcoBio.

In varie occasioni, però, dettate dalla fretta e dall’urgenza di rimpiazzare il correttore, il lucidalabbra il blush,  sono finita nella TRAPPOLA SILICONICA  acquistando prodotti Dimethiconici (passatemi questa licenza poetica)

Ebbene si, anche io ho avuto una ricaduta! Temporanea, ma l’ho avuta.

Sembra il classico esempio di quando si comincia una dieta drastica passando dall’abbuffata di Natale al digiuno o alla dieta liquida, e alla prima occasione presi dalla fame improvvisa si mangia un bignè al cioccolato…..

Sulla scia di questi acquisti compulsivi, che di green non hanno proprio nulla,  mi sono posta alcune domande fondamentali, in modo da poter definire il mio stato di conversione e capire cosa realmente cerco:

  1. Voglio acquistare solo ed esclusivamente prodotti certificati eco bio per il make up e la personal care?
  2. Voglio acquistare prodotti con ingredienti naturali, senza parabeni, petrolati, siliconi,  ma non certificati ( es. prodotti con 98% di ingredienti di origine naturale)?
  3. Sono alla ricerca di prodotti con “inci accettabile”?
  4. Voglio acquistare ciò che mi ispira Mix Bio Non Bio?

Considerate le variabili che vi ho descritto sopra, e il percorso che ho fatto fin qui, io personalmente mi colloco al punto 4 per il 2016 con l’obiettivo di rimanere e mantenere la mia posizione tra il punto 1 e il punto 2 ovvero prediligere acquisti bio certificati, ma in caso di curiosità, allergie e company, puntare all’acquisto di altri tipi di prodotto buoni e di origine naturale.

Cosa ho imparato?

  • L’informazione è alla base della conoscenza, sicuramente per avere un approccio positivo e costruttivo è necessario che io studi di più e legga articoli mirati su ingredienti, formulazioni e caratteristiche dei prodotti che acquisterò.
  • Il tipo di approccio sicuramente sarà meno drastico, nel senso che opterò anche per i prodotti buoni e con una alta percentuale di ingredienti naturali.

E voi? come scegliete i vostri prodotti naturali? Totalmente biologici, o chiudete un occhio se non sono certificati?

Vi auguro un buon inizio settimana

Vale

 

 

 

 

 

 

 

 

(Visited 51 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi