Eccomi tornata dopo una lunghissima pausa, per chiacchierare  e raccontarvi un pò di me.  Sono assente dal blog da parecchio tempo, l’ultimo post risale al Plumcake di Limoni.

Ma che cosa sarà successo?

Niente di particolare, o meglio, a maggio scorso ho deciso di iniziare un percorso di formazione per riqualificare e aggiornare la mia posizione lavorativa. Il corso che ho frequentato mi ha completamente assorbito fino a Luglio. Poi ci sono state le  vacanze estive e a settembre l’ometto di casa ha iniziato a frequentare il nido, ed ho deciso di prendermi altro tempo per essergli vicina durante l’inserimento a scuola.

bambini-al-nido

Il Nido

Tutte le mamme sognano un inserimento fantastico, dove il proprio bimbo ride, gioca, partecipa, mangia tranquillo tutto…anche le carote e i broccoli….. in realtà ci sono delle preoccupazioni naturali che ogni mamma ha nei confronti di suo figlio

    • come reagirà al nido?
    • piangerà?
    • ancora non mangia da solo e a pezzi come farà?
    • e il pannolino?
    • si sentirà abbandonato?
    • avrò fatto bene?

 io personalmente non ho messo in conto una variabile comune a tutti i bambini che vanno a scuola:

            A SCUOLA I BAMBINI SI AMMALANO …..E PURE DI BRUTTO

Te lo dicono tutti,  te lo ripetono un’infinità di volte, fino a prenderti per stanchezza, come se quella frase ripetuta potesse cambiare le sorti della tua scelta……

Davvero si ammalano i bambini al nido?

Vedrai te, farà 2 giorni a scuola e 20 a casa……

Ma no dai, che dite……

Cercando di trovare un appiglio nella frase: le esperienze altrui sono soggettive e ognuno reagisce in modo diverso ai malanni di stagione, (giustificazione obiettivamente poco credibile)  ecco che si manifestano davanti a te a due scenari possibili :

  • RMR (risposta da mamma razionale)

Certo che i bambini si ammalano, si devono fare gli anticorpi è un processo naturale della crescita e dello sviluppo.

  • MCVNBDCA (risposta da mamma che vive nel Bosco dei Cento Acri)

Il mio bambino è sano e forte e  grazie al quantitativo di miele messo a disposizione da Winnie the Pooh, supereremo questo inverno e i suoi malanni come una passeggiata nel Bosco (pura fantascienza)

Fino a quando  non capita direttamente a te non ci credi…..e allora un banale nasino rosso un pò attappato diventa prima un semplice RAFFREDDORE, in realtà era una BRONCHITE causata da un “VIRUSPARAINFLUENZALE”, sfogato in 40 DI FEBBRE…..che ha contagiato tutta la  famiglia.

febbre2

Cominciano così le spedizioni in farmacia, i consulti whatsappati del pediatra, le ricerche sui rimedi naturali della nonna, la media aritmetica della temperatura corporea presa ogni tre minuti, arrotondata di 0.2 o 0.5 gradi eseguita con due dispositivi quello digitale e  quello alieno…..

Ed è tutto un gran disastro! Aggiungici pure che per ogni malanno che porta a casa mio figlio, mi ammalo anche io…..ciò vuol dire non essere in piena forma fisica per affrontare e gestire al meglio una semplice influenza, con il giusto riposo e con la giusta pazienza.

vignetta-mamma-600

Altro? Ah si, ovviamente continui a pagare la retta del nido ( costano meno le tasse universitarie!!!!)Due giorni di scuola frequentati contro 20 giorni di influenza…ma  questa è un’altra storia…

Quindi?

Quindi ecco svelato perchè non aggiorno più il blog! Non ho tempo, ho scelto di dare la priorità alla salute e al benessere mio e di mio figlio e di rallentare tutto: studio, lavoro, un progetto ambizioso che stenta a partire e il blog.

E voi? Come gestite i malanni dei vostri bimbi, ma soprattutto come li affrontate?

Aspetto i vostri commenti e se avete qualche suggerimento lasciate pure un commento qui sotto!!!

A presto

Vale

 

 

(Visited 54 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi